Se solo…

  Se solo potessi unire all’immobilità dello scatto, il suono rumoroso di una natura brulicante di effervescenti sonorità… Capirei che il brusio altro non è che vita in movimento mentre il silenzio, che pretendo, è forzato riposo. Tutto tace in un’armonia di canti che, sapientemente, si alterna al nulla della quiete.

Arcimboldo?!?

Riccioli di fuoco nuvole di vetro spine di cotone sulla pelle. Bolle di luce negli occhi lampi di musica sussurrati. Con fierezza mi vesto di natura.

Pigrizia

    Cedo alla pigrizia mentre solitario mi aggiro tra i corridoi di casa. Ordine apparente di un caos racchiuso tra le ante silenziose degli armadi. Devo decidermi: qualcosa va allontanato, semplicemente per il fatto che, a breve, non si chiuderà più nulla! Tutto mi sembra, all’improvviso, necessariamente utile, anche capi che, da anni, occupano … More Pigrizia

Punto…e…basta!

A volte basta un punto (mancante) a cambiare tutto il senso. Senza quella conclusione, la frase resta sospesa, attende una risposta, una fine . Il punto chiude un periodo, lo definisce, altro non serve. Poi si può decidere di andare a capo o anche no! È mancato quel punto. Tutto è rimasto dubbiosamente appeso nella … More Punto…e…basta!

Desolazione di…

Voglio solo immaginare…chiudo gli occhi! Cerco solo silenzio…ma le orecchie? Assurdamente assordante il silenzio che mi assorbe… Dimenticata dimensione di discostanti discordanze! Non capisco!…(nemmeno io…!)

Polvere di gloria

Ammiro chi pericolosamente perde la vita. Per quell’impresa sarà ricordato per sempre. La polvere con il tempo cancellerà i miei passi e di me non resterà traccia.

Brr…i-vidi

Cammino per le vie strette di una Toscana antica, il sapore di ciottoli irregolari sotto le suole. Osservo le vetrine che già sfidano l’inverno con piumoni ed imbottiture. Un brivido mi attraversa. Non voglio il freddo. Non voglio l’inverno. Almeno non ora…che ho ancora i sandali ai piedi!

Ke-ba(r)b(a)!

Profumo di pizza nell’aria invade prepotente le strade di una città ancora addormentata. Nella calma di un sole estivo di primo pomeriggio, mi aggiro solitario; i cittadini sono ancora lontani a cullarsi tra le onde di un meritato mare. Intravedo un localino aperto, uno dei pochi rimasto a dar ristoro alle anime in pena che … More Ke-ba(r)b(a)!

Non voglio

“Sei tutto ciò che non voglio diventare” Seguì un interminabile silenzio. Non ebbi mai risposta al mio invadente proferire. Solo uno sguardo che ricordo ancora adesso. (Non potevano esserci parole a colmare l’evidenza di un fallimento che, all’improvviso, bruciava di una prepotenza fino ad allora mai percepita.)