Note di vento

Note di vento imprigionate stridono graffiando il cielo di irrequieta rabbia. Suoni di luce bruciano terre segnate da insensata mestizia. Briciole di arcobaleno e morsi di nebbia nascondono i solchi di un’antica devastazione. Annunci

Ho perso

Ho perso. Osservo sulla scacchiera le mosse non pensate. L’indecisione come una macchia oscura le possibilità. Ho perso. Osservo sulla scacchiera le contromosse non fermate. L’indifferenza come un graffio incide le opportunità. Ho perso. Osservo una scacchiera vuota abbandonata trafitta dalla delusione di aver lasciato che il compromesso vincesse la partita.

Ed ora cosa mi resta

Ed ora cosa mi resta? Pensieri di ricordi frantumati dal peso di un tempo che opprime. Ed ora cosa mi lasci? Brividi di emozioni strappati alla monotonia di attimi irreali morsi dall’acidità di una speranza senza fine.

Mi arrendo

Mi arrendo. Su questo filo instabile troppo a lungo ho soggiornato. Mi arrendo anche se non so che fare ora che il filo si è spezzato e la caduta libera contorce i miei lineamenti. Mi arrendo. A nulla mi aggrappo non ne ho più voglia mani conserte mi lascio sprofondare nella melma di pensieri oscuri. … More Mi arrendo

Anche nei sogni

Anche nei sogni mi lasci sola gocce di lacrime sulla finestra mentre fuori è buio perché la luce ha smesso di brillare in un’attesa soffocante che ha spezzato la sua vitalità. Anche nei sogni mi lasci sola il cielo è cupa oscurità mentre aspetto alla finestra che la mia tristezza asciughi l’aridità di questa attesa.

Scorie

Non resta inciso nulla nella polvere nonostante graffi di me io lasci tra le scorie rimaste della mia esistenza. Tra i ricordi consumati appesi alla ragnatela dei miei insuccessi restano i giorni mai scorsi rimasti sospesi in un soffio di malinconia.

Un’onda

Sono un’onda senza radici senza confini. Scavo tra la sabbia dei miei ricordi, pensieri frantumati si nascondono tra le conchiglie di fantasie dimenticate. Nell’abisso del mio vuoto ascolto l’eco dei miei caduti rimpianti.