Delusione

Sono delusione derisa determinazione deviata, dondolio di pensieri appesi, appiccicati, appartati. Sono distanza di un vuoto che più non ritrovo. Sono derisione delusa da sfumature sfalsate. Sono imbuto di ingorde voragini. Senza senso aspetto che il tempo mi inghiotta. Annunci

Vuoto

      La mente vuota non ho più pensieri, frustati dal vento accarezzati dal mare hanno inghiottito una parte di me. Nascosta sotto la sabbia aspetto che un’onda mi liberi.  

L’equilibrio

  Cerco l’equilibrio in bilico tra le mie fragilità. Il volto nascosto da una maschera che mi fa dondolare, il buio nello sguardo avverto solo vibrazioni sotto le suole. Difficile resistere ad una platea che nervosamente fischia ma l’alternativa è la caduta in un baratro di vuoto.

Perché?

Perché non mi rispondi? Dall’eco della mia disperazione ritorna un crudo silenzio. Resto in attesa della forza del nulla, schegge di abbandono torturano e incidono i miei strati vitali. Non posso resistere a lungo nel vuoto della tua indifferenza.

Fragile

Troppo fragile per affrontare l’abisso del mio vuoto, mi sgretolo passo dopo passo non so dove potrò arrivare, le forze mi abbandonano attimo dopo attimo, lasciatemi annegare tra le lacrime della mia inquietudine.

Illusione

  Mi illudo di vedere mentre gli occhi osservano il vuoto del mio Essere, brillano di trasparenza più non sanno che un tempo esistevano i colori.

Mal-d(‘)estro!

Maldestro e distratto rovescio la tazza, il cucchiaio cade, rimbalzando sul pavimento regala un’insolita sonorità. Caffè sparso misto a miele, osservo la macchia dagli strani contorni. Un quadro si compone in un battito d’ali. D’un tratto, una tazza smarrita di caffè scomposto sulle piastrelle. Resta un vuoto che ha saputo colmare uno spazio curioso della … More Mal-d(‘)estro!

Perso nel buio

Perso nel buio, immobile resto il sogno mi disorienta, la fantasia mi lacera. Di apatia mi nutro mentre il mio mondo smette di vivere. Con imbarazzo muoio al mio destino.

Nel mare

Nel mare del nulla un’onda solca il vuoto, una conchiglia si spezza contro uno scoglio che urla l’incapacità della vita di salvare se stessa. Nel mare del tutto un’onda solca l’infinito, una conchiglia si spezza contro uno scoglio che ride l’incapacità della morte di distruggere se stessa.